sabato 25 marzo 2017

Wilde Kreuzspitze m. 3.135

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Andrea, Bruno, Giorgio, Karl, Roberto, Sandro
Poca neve in basso e in alto ma bella sciata comunque...
Portati gli sci sullo zaino per circa 320 m. di dislivello in salita e per 260 m. in discesa.
A causa dell'esiguo spessore del manto nevoso (in particolare in basso e in alto) le condizioni descritte oggi peggioreranno rapidamente nei giorni a venire.

Filmato di Roberto
Filmato di Bruno
Filmato GoPro di Sandro

L’itinerario:
Punto di partenza: Burgum (Val di Vizze) - m. 1.384
Descrizione: Da Burgum si segue per un pò la strada forestale (sinistra orografica) che sale nella valle in direzione sud-est, arrivati ad un bivio si prende la forestale di sinistra che prosegue semipianeggiante per un breve tratto e poi si trasforma in un largo sentiero che sale sulla destra orografica.
Arrivati in vista della malga Burgumer Alm (1.996) si può o proseguire fin sulla cima ricalcando il tracciato del sentiero estivo nr. 2 (vedi mappe) oppure, se le condizioni sono veramente sicure, passare sul lato orografico sinistro e poi seguire il canale di valanga fin sulla forcella senza nome a quota 2.600 circa, quindi girare a destra sù per il pendio nord-ovest.
Nota: a causa della scarsità di neve di quest'anno, arrivati a quota 1.750 abbiamo ripreso la strada forestale (sinistra orografica) e la abbiamo seguita fin dove finisce, poi sù per il canale di valanga in direzione della forcella (a 2.600 m. circa), infine a destra verso la cresta sud-ovest della cima e poi in cima.

Esposizione: intorno nord-ovest
Dislivello: m. 1.750 circa
Traccia per GPS della discesa

lunedì 20 marzo 2017

Rocholspitz m. 3.072

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Gita sempre bella, tempo ottimo con vento totalmente assente.
Discreto rigelo notturno.

Discesa per una buona metà bella, neve farinosa sul ghiacciao, un bel tratto di firn a quota intermedia e la strada forestale ben sciabile, per il resto neve portante sopra gli accumuli di valanga ma anche tratti di neve collassata resa più difficile dai profondi solchi di vecchie tracce.
Sono sceso alle 11:25, in salita ho incontrato Sabrina che saliva sulla Punta Lorenzo m. 2.924.
L’itinerario coincide con quello per la Aglspitze (C. dell’Accla) ma arrivati a metà ghiacciaio si sale sù a sinistra in leggera pendenza dirigendosi verso la meta.
La vetta è raggiungibile solo a piedi.
Descrizione dell’itinerario per l’Accla e traccia per GPS (su Sentres.it)

domenica 19 marzo 2017

Plattspitze (C. Piatta) m. 2.672

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Zero termico a 2.400 e neve completamente collassata fino a quota 1.900, più sù sempre impregnata d'acqua ma abbastanza stabile (qui lo sci sprofondava di soli 6-7 cm).
Sciata buona fino a 2.200 poi tanto per scendere.
Il parcheggio estivo a quota 1.700 è accessibile con una 4x4 e tra una settimana, se non nevica più, probabilmente anche con l'auto normale.

Descrizione dell’itinerario per la Plattspitze (su veramontagna.it)

martedì 14 marzo 2017

Schrotthorn m. 2.593

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Ivan, Bruno
Arrivati alla base della cima il firn era già "al dente".
Alle 12:00 circa il firn era "cotto" a puntino e allora siamo scesi per una variante diretta ed è stata una sciata stupenda.

C'è meno neve che al confine ma per il momento è sufficiente.
Spirava a tratti forte vento da nord ma noi, in barba al vento, eravamo prevalentemente a sud...
A Scaleres è non solo possibile ma anche raccomandabile pranzare poi presso il Ristorante Mesner a fianco della Chiesa (mercoledì giorno di riposo settimanale).
Breve filmato
Descrizione dell'itinerario qui

lunedì 13 marzo 2017

Cresta Maurerspitze (M. Muro) m. 2.628

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Neve farinosa sopra i 2.100 m. ma non sempre perfetta come laltroieri (qualche curva in neve leggermente crostosa o un pò impaccata). Questo riferito alla variante di discesa di sinistra poco battuta (l'itinerario classico è già piuttosto arato).
Sotto i 2.100 avrei dovuto scendere più tardi delle 11:00 perchè è rimasta tutta ghiacciata.
Tracce presenti: una sola traccia verso la Ellespitze (prob. solo un tratto), tracce verso il Maratsch e verso il Hocheck, nessuna traccia verso le altre mete.
Descrizione dell'itinerario su veramontagna.it

sabato 11 marzo 2017

Alla base della Zunderspitz (C. Incendio) m. 2.381

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Alessandra, Anabella, Bruno, Grazia, Karl, Sandro
Neve farinosa in alto, un pò di tutto nel bosco, splendido sopra i 2.000 m di quota dove abbiamo ripellato e tutto sommato bello anche nel bosco attraverso il quale ora si riesce a scendere (presente neve di tutti i tipi).
Buona parte della massa nevosa del versante nord della cima è precipitata a valle (forse ieri o laltroieri) formando una valanga che ha quasi lambito il bosco.

E' pieno di accumuli enormi che sono rimasti miracolosamente sospesi, la situazione è critica e, come avvisa il bollettino valanghe, occorre saper veramente scegliere i percorsi che sono molto limitati.
Filmato GoPro di Sandro
Filmato di Bruno
Descrizione dell'itinerario (su veramontagna.it)
nota: sul sito veramontagna.it è indicato come punto di partenza "i masi Stein", io in genere invece parto dal piccolo parcheggio posto dopo il 2° tornante sulla destra della strada che conduce dallo Schneeberghotel al maso Staudner.

mercoledì 8 marzo 2017

verso il Gaishorn e il Kühberg

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
V’è un incanto nei boschi senza sentiero;
V’è un’estasi sulla riva solitaria;
V’è un mondo dove nessuno reca turbamento,
... ... ...
Lord Byron


Sono salito in direzione del Gaishorn e appena arrivato sulla neve dura ventata ho fatto dietrofront e sono sceso, poi sono risalito verso il Kühberg fino alla quota di circa 2.140 m. e qui la discesa è stata decisamente migliore sia per la maggior quantità di neve presente sia per la conformazione del bosco che è più sciabile.
Non c'è la stessa neve che al confine e ce n'è molto meno ma sotto i 2.100 m. a
nche in valle di Scaleres non è niente male...ma solo sotto i  2.100 m., al di sopra neve dura portante con pochissima polvere su tutte le esposizioni.
Descrizione dell'itinerario al Gaishorn su sentres.it
Descrizione dell'itinerario sul Kühberg

lunedì 6 marzo 2017

Zwiesele (Zwisl) m. 2.167

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Sono salito per l'itinerario classico e poi sceso lungo l'itinerario del Mareiter Stein (Sasso di Mareta)
L’itinerario
Punto di partenza: Strada provinciale val Ridanna - quota m. 1.350 oppure parcheggio Hotel Plunhof (si può anche salire in auto in direzione dell'impianto sciistico e proseguire fino al parcheggio in prossimità dell'inizio del bosco vicino alla centrale di valorizzazione termica)
Descrizione: Salire sù per i prati in diagonale sinistra e arrivati alla centrale termica entrare nel bosco e seguire il sentiero nr. 25; si incrociano due strade forestali e si arriva in prossimità della malga 'Innere Wurzeralm' (1.883). Tenendosi a 200/300 m circa dalla malga aggirarla sulla sinistra e salire a sinistra sopra la dorsale che conduce alla cima.
Secondo il mio parere conviene in genere scendere lungo l'itinerario del Mareiter Stein (Sasso di Mareta) che consente di sciare sempre attraverso radure senza tratti di bosco fitto. E' comunque obbligatorio in fondo un breve tratto su strada forestale.
Esposizione: intorno a nord

Dislivello: m. 817
Descrizione scritta ieri da altri appassionati qui su OTT

domenica 5 marzo 2017

Kasebachhörndl m. 2.571

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Sandro, Bruno
Finalmente una gita scialpinistica sulle montagne di casa!
Bella neve oggi su questo itinerario adatto per le giornate immediatamente successive ad una nevicata (...bollettino valanghe permettendo).
Tra le ore 12 e le 13 si sono aperti numerosi squarci tra le nubi e praticamente siamo scesi col sole come pronosticato dalle mappe della nuvolosità di Wetteronline.

Filmato GoPro di Sandro
Altro brevissimo filmato

Descrizione dell’itinerario e traccia GPS (su Sentres.com).

venerdì 3 marzo 2017

A tu per tu con le valanghe...

vai alle foto
clicca sull'immagine per vedere tutte le foto
Bruno, Francesco, Michela, Ruth, Sabrina, Toby
Valle di Racines - parcheggio poco prima di Flading/Vallettina.
Oggi nessuna cima ma 3 ripellatine:
...Prima discesetta dalla base del Glaitner Hochjoch (2.389), seconda discesetta dalla base del Saxner (2.358), terza discesetta dalla malga Innere Wumbsalm (1.906).

Francesco col suo Toby
Valanghe recenti (una di oggi) fin nei pressi della traccia di salita, la situazione sembra in stallo anche alla luce dei venti previsti per domani (forza 4).